Cinque soluzioni per togliere le macchie di pipì dai materassi

Il tuo amico a quattro zampe o il tuo bambino ha macchiato di pipì il materasso? E’ davvero poco piacevole ma, non temere, perché la soluzione per rimediare c’è, anzi, ce ne sono ben cinque! Continuando a leggere le potrai scoprire una per una!

Ecco i 5 rimedi per mandare via la pipì dai materassi!

“Mi scappa la pipì, mi scappa la pipì, mi scappa la pipì papà […] non ne posso proprio più, io la faccio qui […]”: in questa frase della famosa canzone di Pippo Franco, si concentra tutto il succo del discorso…o, in questo caso particolare, tutta la pipì del discorso!

Chi ha un figlio piccolo o a chi è successo di guardare un pargoletto a casa, sa bene a cosa mi riferisco: quando a lui scappa, scappa, e dove capita la fa, anche se si tratta del materasso! E se non è il bambino, ci pensa il nostro amico cane o gatto a dare il benservito!

La soluzione è prendercela con loro? Direi proprio di no, perché fanno questo in tutta spontaneità e innocenza, tipici dell’essere ancora in tenera età (bé diciamo che nel caso del cane e del gatto, magari un piccolo rimprovero potrebbe essere anche opportuno!).

Quello che invece si può ed è necessario fare è agire sulle macchie di urina, in modo da mandarle via ed evitare il diffondersi della caratteristica puzza che si porta dietro.

Qui di seguito, puoi vedere quindi cinque utili rimedi per togliere la pipì dai materassi; tieni presente che, a prescindere dalla soluzione che vorrai usare, il primo step è quello, in caso sia appena caduta sul materasso, di farne assorbire il più possibile con dell’apposita carta assorbente, evitando di strofinare e schiacciare (se ti va, puoi anche spargere sopra una leggera quantità di bicarbonato).

Il secondo step è il trattamento vero e proprio, che va eseguito, volendo anche ripetuto se la macchia di pipì fa fatica ad andare via, poi è necessario risciacquare la zona d’intervento (ovviamente se l’urina non è fresca, evita il primo step e passa direttamente al secondo). Ultimo step è quello di lasciare il materasso all’aria aperta, per farlo asciugare con cura.

I trattamenti nello specifico sono:

1- Prodotti contro l’urina

In commercio ci sono già molti prodotti specifici per eliminare la pipì; è sufficiente solo trovare quello più indicato per la tipologia del materasso che hai a casa.

2- Miscela di acqua e aceto

E ritorna ancora una volta il prezioso aceto bianco in nostro soccorso: prepara un mix di aceto bianco e acqua in pari quantità e passalo sulle macchie di urina del materasso tamponando; un’alternativa molto comoda, è quella di mettere il composto in un erogatore a spruzzo e spargerlo in questo modo.

3- Bicarbonato + acqua e aceto

Una piccola variante del metodo precedente: prima di usare la soluzione di acqua e aceto, metti del bicarbonato di sodio nelle zone da trattare, poi lascia che il tutto faccia effetto. Dopo, passa l’aspirapolvere sul materasso per portare via i rimasugli.

4- Miscela con detersivo per lavatrice e acqua

Similmente al secondo rimedio, realizza una miscela con acqua e, in questo caso, del detersivo per i panni e tamponala, o spruzzala,  nei punti dove ci sono le macchie di pipì.

5- Bicarbonato puro

Assicurati di aver pulito (anche solo con un po’ di acqua e sapone) e poi asciugato le parti di materasso sporche di urina, dopodiché applica il bicarbonato nella giusta dose e lascia agire per circa metà giornata. Infine, prendi una spazzola o l’aspirapolvere e togli il bicarbonato residuo.

A te è mai capitato di dover eliminare le macchie di pipì dai materassi? Hai adottato uno di questi rimedi? Raccontaci la tua esperienza nei commenti!

Scritto da: Claudio

Blogger per caso, blogger per passione. Si occupa di scrivere guide e articoli, scegliendo gli argomenti di maggiore interesse. Ama il cinema, le serie tv, i giochi di ruolo, ma non disprezza la buona cucina e le serate tra amici.

Leggi tutti gli articoli di Claudio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.